Food e Marketing: negli USA arriva lo psicologo in cucina

Dopo la pandemia salute mentale e sicurezza per i dipendenti vengono prima della gratificazione economica. In Colorado una catena con 10 ristoranti assume un wellness director per il benessere dei 400 lavoratori

 

Stress, aggressioni verbali, incertezza per il futuro, preoccupazioni per la salute propria e dei propri familiari. La pandemia ha inferto il colpo definitivo ai ritmi lavorativi già impegnativi per chi opera nel mondo della ristorazione, tanto che negli Stati Uniti si moltiplicano i casi di locali che hanno deciso di assumere a tempo pieno uno psicologo di supporto al team.

SALUTE MENTALE E SICUREZZA PRIMA DELLA PAGA

A volte sono a un passo da una crisi di nervi, perché devo passare da un tavolo all’altro e nessuno indossa la mascherina. Il mio compagno è disabile, con un deficit immunitario serio e il pensiero di poterlo infettare mi distrugge”, testimonia la donna.

NASCE IL WELLNESS DIRECTOR PER LA BRIGATA

Per la maggior parte dei dipendenti, psicologi e psichiatri sono troppo cari, e una cura generalmente si protrae per un periodo troppo lungo per essere sostenibile. “Ci siamo sentiti in dovere di far stare meglio i nostri dipendenti e così abbiamo assunto un professionista della salute mentale a tempo pieno“, dice il manager.

 

Sono stati svolti una serie di focus group e a ottobre 2021 il progetto ha preso il via: alla brigata si è aggiunta una nuova figura, quella di wellness director. Ad aggiudicarsi il lavoro è stata Qiana Torres Flores, che ha colto al volo la possibilità di contribuire a creare una professione totalmente nuova nel mondo della ristorazione.

LA COLORADO RESTAURANT ASSOCIATION APPLAUDE

La Colorado Restaurant Association ha recentemente condotto un sondaggio, secondo cui più dell’80% dei suoi membri ha riportato un aumento dei livelli di stress del loro personale durante l’anno scorso. Un terzo dei ristoranti ha ricevuto richieste di servizi o risorse per la salute mentale da parte dei dipendenti nell’ultimo anno.

Più di tre ristoranti su quattro hanno riportato un aumento dell’aggressività dei clienti verso i membri del personale. Denise Mickelsen, una portavoce dell’associazione dei ristoranti del Colorado, plaude all’iniziativa di Bonanno Group e dice di non essere a conoscenza di altri ristoranti o gruppi che abbiano assunto a tempo pieno una figura dedicata alla salute e al benessere.