Il Maritozzo Rosso Bistrot: ecco il menù della nuova sede a Trastevere

Il Maritozzo Rosso Bistrot apre la sua nuova sede a Trastevere con nuovo menù street-food e gourmet. Ecco tutto quello che dovete sapere!

Abbiamo già parlato del Maritozzo Rosso e del suo primo anniversario nel temporary bistrot all’interno della Mondadori di Viale Europa. Dopo un anno di successi per il suo innovativo progetto street-food che ha saputo conquistare i palati più curiosi di Roma, il progetto di Edoardo Fraioli, Francesca Cappelli e Francesco di Trocchio ha trovato una nuova casa nel cuore di Roma (a Trastevere) diventando così Il Maritozzo Rosso Bistrot.

Ecco tutto quello che dovete sapere sul nuovo spazio dedicato a una delle realtà gastronomiche più interessanti del momento!

Il Maritozzo Rosso Bistrot: la nuova sede a Trastevere

È in Vicolo del Cedro 26 la nuova casa che ospita Il Maritozzo Rosso Bistrot. Un locale nuovo ma già famoso tra gli appassionati di cucina romani per aver ospitato in passato realtà culinarie come Pianostrada ed Eggs. Dopo l’esperienza nel temporary bistrot nella sede della Mondadori di Viale Europa, Il Martizzo Rosso si prepara per la sua nuova avventura, un’evoluzione fondamentale per un prodotto street-food che mette al centro la valorizzazione della tradizione culinaria romana e l’amore per gli ingredienti del territorio. È questa la sfida che portano avanti i tre soci fondatori de Il Martizzo Rosso Bistrot: Edoardo Fraioli, autore di Cruda&Crudo e ideatore del Maritozzo salato, Francesca Cappelli, sommelier e appassionata gourmet, Francesco di Trocchio, titolare dell’azienda agricola di famiglia.

La cacio e pepe e baccalà de Il Maritozzo Rosso

Un locale piccolo e raccolto, un bancone con vista sulla cucina e pochi tavoli sistemati lungo il muro che, tramite lavagnette e cartelli, racconta all’ospite le creazioni presenti in menù. Un’atmosfera intima, voluta fortemente per creare un legame diretto e amichevole con il cliente, una fruizione informale e piacevole.

Ma quali sono le novità gastronomiche del nuovo bistrot del Maritozzo Rosso?

Baccalà in oliocottura, il trasteverino 2.0

Il Maritozzo Rosso Bistrot: il nuovo format gastronomico e il nuovo menù

Nuovo locale, nuovo menù. Il Maritozzo Rosso Bistrot, infatti, è molto più di un semplice corner dedicato allo street-food perché la nuova sede è anche un laboratorio di cucina dove gli ingredienti di prima qualità vengono manipolati e rielaborati in diverse preparazioni volte a esaltare e valorizzare il concept gastronomico del bistrot.

Il menù si fa così più ricco e complesso per dare spazio a lavorazioni che vanno oltre al maritozzo farcito che resta comunque il grande protagonista.

Maialino su polpetta di melanzane con agretti

Tra le nuove, numerose, proposte al piatto si distinguono preparazioni come e il trancio e le polpette di baccalà, la vitella confit, il tonno in EVO fatto in casa e cotto sottovuoto con cipollotto e pompelmo. Immancabili anche i primi piatti della tradizione come l’Amatriciana estiva o la Carbonara di Grace, creata utilizzando uova Bio provenienti da galline livornesi alimentate a canapa.

Un menù che segue la stagionalità e una cucina che sfrutta soprattutto le lavorazioni a bassa temperatura e sottovuoto.

Maritozzo Burger (180 gr di carne di manzo, cicoria e guanciale croccante)

Ma non solo: un’altra delle novità assolute de Il Maritozzo Rosso Bistrot è il Maritozzo Burger, il panino realizzato con lo stesso impasto del maritozzo, il lievito madre e la farina del mulino Dallagiovanna bio (tipo 0) e al suo interno diverse tipologie di burger: da quelli di manzo al pulled pork (forniti da Azienda Agricola Fortunato) e non manca l’alternativa vegetariana a base di zucchine, ceci, curcuma, créme fràiche e semi misti. Tutti serviti con chips fatte in casa.

La Anna Pavlova nei Mari del Sud, il Maritisù e ancora l’Esterina della ricotta nascosta, qui i dolci hanno tutti una curiosa storia da raccontare. Storie di tradizioni, avvenimenti storici e leggende, racconti di vita quotidiana vissuti tra i quartieri di Roma.

Ganache (la cioccolata imbecille)

Un menù completo, quindi, che mette al primo posto la scelta delle materie prime, frutto di una meticolosa ricerca: tra i prodotti, oltre alle uova BIO di galline alimentate a canape dell’azienda L’Uovo e La Canapa, la carne Km 0 dell’Agricola Fortunato e la selezione di vini biologici CapalBIO, si distinguono la frutta e la verdura provenienti dalla piana di Fondi e direttamente forniti dall’azienda agricola di uno dei soci, Francesco Di Trocchio.

Siete pronti a gustare le nuove specialità de Il Maritozzo Rosso Bistrot? Non esitate a raccontarci i vostri piatti preferiti!

Polpo rosticciato con crema di patate arrosto

Burger vegetariani

Misticanza e Tonno (Home made) in EVO

Due uova e un tegamino (uova alla canapa)

L’Amatriciana estiva

CheeseCake proletaria con crema di limoni amara